Non mi succede spesso, ma quando mi viene l’illuminazione culinaria sono la persona più felice del mondo (in fondo basta poco per vedermi sorridere). Così è successo anche per questa strana creatura: una torta di mele e lamponi (leggerissima, non c’è neanche il burro!) impreziosita da un goloso strato di briciole di mandorla e zucchero di canna. Che poi, a me sembra un’idea geniale ma chissà quanti nel mondo avranno già realizzato qualcosa del genere… va beh, lasciatemi l’illusione di essere stata creativa! 😉
In ogni caso, secondo me vale la pena di provare a farla… voi cosa ne dite?

Ingredienti per la torta:
3 mele rosse della Val Venosta (dolcissime!!!)
1 cestino di lamponi
180 g di zucchero
150 g di farina 00 (Molino Spadoni)
1 uovo
1 bustina di lievito per dolci
un po’ di latte (per ammorbidire l’impasto)

Ingredienti per il crumble:
50 g di farina
50 g di burro
50 g di mandorle pelate
100 g di zucchero di canna
qualche lampone per decorare, meglio se coltivati in orto

Per la base, ovvero la torta di mele e lamponi, ho mescolato lo zucchero con l’uovo e poi ho aggiunto la farina, il lievito e circa mezzo bicchiere di latte (deve venire un impasto molto morbido, semi-liquido). Per ultima cosa, ho aggiunto le mele tagliate a pezzettini e i lamponi.

Ho versato nella teglia imburrata e poi ho ricoperto con il crumble, che ho preparato amalgamando la farina, il burro fuso, lo zucchero e le mandorle tritate (viene un composto fatto di tante briciole). Ho aggiunto qualche lampone per decorare e ho infornato a 180 gradi  per 40 minuti circa.